La ricerca in Italia

Innovazione e ricerca:
un binomio vincente in Bristol-Myers Squibb

L’investimento in ricerca è una priorità per Bristol-Myers Squibb che da sempre si dedica allo sviluppo di farmaci innovativi che possano aiutare i pazienti nel combattere malattie gravi. Questo importante impegno è presente anche in Italia grazie agli innumerevoli studi clinici svolti sul territorio nazionale e alla partnership acquisita con importanti strutture e ricercatori italiani.

Bristol-Myers Squibb è infatti una fra le prime aziende farmaceutiche impegnate in ricerca e per numero di studi clinici in corso in Italia.

Attualmente in Italia sono attivi 56 studi clinici (di cui il 41% di fase I e II) che coinvolgono circa 350 centri e 2.100 pazienti e continuano a dare un importante e qualificato contributo allo sviluppo clinico di 18 nuove molecole.
Tra le 18 molecole attualmente in sperimentazione in Italia, 8 sono biotecnologiche e rappresentano lo sforzo di Bristol-Myers Squibb di rispondere con innovazione e selettività ad esigenze mediche non soddisfatte in aree terapeutiche importanti.
Collaborare in maniera efficace con centri di eccellenza, medici e istituzioni è stato e continuerà ad essere il nostro impegno al fine di garantire qualità e innovazione nella ricerca clinica.



 
 
Sperimentazioni cliniche in Italia