Bristol-Myers Squibb un valore per l’Italia

Bristol-Myers Squibb è un’azienda biopharma globale con headquarter negli Stati Uniti ed un fatturato di 15,9 miliardi di dollari e investimenti in R&S di 4,5 miliardi di dollari.

Presente in Italia dal 1946, anno in cui ha portato per prima la penicillina nel nostro Paese, la filiale italiana, con oltre 1.000 dipendenti rappresenta una delle filiali più importanti e strategiche per la Bristol-Myers Squibb in Europa e nel mondo con una realtà produttiva ad Anagni dal 1966. Lo stabilimento esporta in 65 Paesi inclusi gli Stati Uniti ed è certificato dalle principali autorità regolatorie del mondo.

Bristol-Myers Squibb Italia genera un fatturato annuo di 516 milioni di euro di cui 146 milioni in esportazioni e un indotto stimato di 40 milioni di euro. La realtà industriale, la presenza commerciale e numerosi studi clinici in Italia rappresentano l’impegno di Bristol-Myers Squibb a rispondere con innovazione e selettività a necessità mediche non soddisfatte in aree terapeutiche importanti.


La Ricerca & Sviluppo in Bristol-Myers Squibb: esplorare nuovi approcci

Bristol-Myers Squibb è un’azienda in continua evoluzione e trasformazione: siamo impegnati sul versante strategico, clinico, industriale e commerciale attraverso un continuo bilanciamento tra quanto possiamo offrire oggi ai pazienti e l’investimento in importanti aree di Ricerca & Sviluppo.

La nostra pipeline è tra le più avanzate e solide del settore e la nostra trasformazione in BioPharma oggi vede Bristol-Myers Squibb raccogliere importanti risultati in immuno-oncologia guidando la rivoluzione nella lotta contro il cancro


Le aree terapeutiche, la ricerca per le cure di oggi e del futuro

Bristol-Myers Squibb ha come propria mission quella di scoprire, sviluppare e rendere disponibili farmaci innovativi che hanno un notevole impatto sulla salute e sulla qualità di vita delle persone, concentrandosi in particolare sui bisogni di salute insoddisfatti per i pazienti affetti da gravi patologie. Bristol-Myers Squibb è riconosciuta come una delle aziende con la pipeline tra le più produttive del settore, con 14 farmaci innovativi messi a disposizione dei pazienti negli ultimi 10 anni e oltre 35 molecole in studio ed un investimento in R&S di 4,5 miliardi di dollari.

L’R&D si focalizza nelle aree terapeutiche dove c’è maggior bisogno medico non soddisfatto: Oncologia, Virologia, Cardiologia, Immunoscienze

Bristol-Myers Squibb ha una lunga tradizione in Oncologia, dove vanta 50 anni di ricerca e messa a punto di farmaci, fornendo sempre presidi terapeutici innovativi per le terapie dei tumori e sta oggi guidando il progresso dell’Immuno-oncologia, con terapie che interagiscono direttamente con il sistema immunitario per combattere i tumori. L’azienda sta esplorando una vasta gamma di molecole immuno-oncologiche in pazienti con diversi tipi di cancro (tumore al polmone, alla prostata, linfomi e mieloma, carcinoma renale in stadio avanzato) ed ha già reso disponibile, anche in Italia, ipilimumab il primo farmaco immuno- oncologico altamente innovativo che ha rivoluzionato il percorso di malattia dei pazienti con melanoma avanzato dove non si vedevano progressi da oltre 30 anni.

Bristol-Myers Squibb è inoltre in prima linea nella cura dell’Epatite C con farmaci di ultima generazione, in regime orale interferon-free, in grado di portare all’eradicazione del virus e alla completa guarigione dalla malattia.